Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

"Difesa e stabilità del suolo", domani una conferenza al Parco

PARCO DEL CONERO - Con l’ agricoltura si aiutano a prevenire i dissesti causati dall’ instabilità del suolo ed il Parco del Conero fa la sua parte per fornire strumenti di conoscenza attraverso alcuni incontri con professionisti, per capire come intervenire sui terreni, mercoledì 25 marzo.

 

Con l’ agricoltura si aiutano a prevenire i dissesti causati dall’ instabilità del suolo ed il Parco del Conero fa la sua parte per fornire strumenti di conoscenza attraverso alcuni incontri con professionisti, per capire come intervenire sui terreni. Mercoledì 25 si parlerà proprio di questo presso la sede del Parco del Conero in via Peschiera 30 a Sirolo, con Paolo Giacchini esperto di ingegneria naturalistica e socio dell’A.I.P.N.. Si affronterà il tema della “difesa e stabilità del suolo”: gli interventi realizzabili dall’azienda agricola per la stabilità del suolo e per il recupero di piccoli dissesti, con uscita pratico-dimostrativa su campo il 16 aprile. L’ incontro fa parte di una serie gestita da esperti della soc. Coop. Efedra, liberi professionisti e docenti del Servizio Veterinario dell’ASUR, in collaborazione con il Parco del Conero. Il 28 marzo infatti, si continua con la prima uscita pratica in azienda, per una semina diretta su letto di cover crops mentre, l’ 8 aprile, si torna nuovamente in aula con il dott. Roberto Giordani, Direttore Servizio Sanità Animale - ASUR Area Vasta 2, che tratterà di benessere animale e difesa dalle malattie. Infine, il 13 maggio saranno esplicate le misure di conservazione da attuare in ambito agricolo nelle aree della Rete Natura 2000: le aziende agricole come gestori dell’ambiente, possibilità e difficoltà nell’attuazione. Il 23 maggio avrà luogo l’ultima uscita in azienda con Matteo Mancini esperto di agricoltura organica, Deafal O.N.G. che affronterà le tematiche di pacciamatura al suolo, l’effetto del passaggio delle macchine agricole sul terreno, esempi di compattazione, erosione superficiale, protezione e nutrizione fogliare delle piante. Gli incontri costituiscono un’importante occasione di formazione per apprendere nuove tecniche, accorgimenti e spunti pratici da attuare nel quotidiano, per salvaguardare la biodiversità dei sistemi agro-silvo-pastorali e sono destinati ad agricoltori, proprietari o conduttori di aziende agricole e a coloro che intendono approfondire le proprie conoscenze sulle tecniche di coltivazione ed allevamento, volti alla tutela e valorizzazione del paesaggio e ad ottenere un prodotto di qualità, sicuro dal punto di vista agroalimentare, con particolare riferimento a chi effettua la propria attività all’interno dei siti della Rete Natura 2000. Con questi confronti si offrono possibilità di scambiare idee ed esperienze su tematiche quali l’allevamento, le coltivazione delle arboree ed erbacee a basso impatto ambientale, le normative da rispettare e le modalità di accesso ai fondi agricoli.