Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Camerano digitale pensa al miglioramento dei servizi di E-Government

CAMERANO - Approvato l’accordo di partenariato tra il Comune di Camerano, Castelfidardo (capofila), Agugliano, Chiaravalle, Falconara, Loreto, Numana, Offagna, Osimo, Polverigi, Sirolo e Unione Terra dei Castelli che prevede la realizzazione di progetti finalizzati alla promozione e alla gestione di soluzioni tecnologiche per l’avvio o il miglioramento dei servizi E-Government a supporto delle Pubbliche Amministrazioni Locali.
In generale sono previste proposte per l’integrazione con s
sistemi, piattaforme e infrastrutture regionali distribuite, per consentire e migliorare le modalità di accesso ai servizi digitali, attraverso la pubblicazione di dati “open”, la gestione dei pagamenti on line verso le pubbliche amministrazioni, la fatturazione elettronica, la conservazione dei documenti digitali, l’alimentazione della banca dati regionale dei procedimenti, l’utilizzo del sistema SigmaTer quale strumento per la fruizione della banca dati catastale.

In particolare si prevede di implementare i servizi per il pagamento online MPay al fine di fornire agli enti locali la tecnologica per la gestione dei flussi informativi e impostare una soluzione uniforme per i cittadini marchigiani; verrà poi creato un sistema ottimizzato di fatturazione elettronica (Intermedia Marche) per ridurre i processi manuali, nell’ottica di ottimizzare i tempi della gestione amministrativa; è previsto inoltre un perfezionamento del Polo di conservazione Marche DigiP con la possibilità di avere qualche risparmio sui costi degli Enti aderenti; è previsto anche lo sviluppo di una banca dati dei procedimenti pubblici (ProcediMarche) per consentire di censire in maniera univoca gli atti pubblici, creando quindi procedure e modelli standardizzati, oltre che un sistema centralizzato di trasparenza amministrativa per i cittadini e per le imprese; si cercherà di integrare i servizi catastali SigmaTer Marche, (Servizi Integrati catastali e Geografici per il Monitoraggio Amministrativo del TERritorio) per l’interscambio dei dati catastali tra Agenzia delle Entrate (ex AdT), Regioni ed Enti Locali, fornendo una soluzione uniforme per i Comuni Marchigiani.
Infine verranno sviluppati appositi progetti per la riorganizzazione dei flussi dati in cooperazione applicativa tra sistemi informativi locali e sistemi aggregatori, finalizzata alla pubblicazione dei dati aperti e alla diffusione dell’utilizzo di dispositivi IoT (Internet of Things), in sinergia con il progetto regionale Marche GOOD PA (Government Open Data).

L’Agenda Digitale, da qualche anno, costituisce uno dei cardini dell’attività delle amministrazioni pubbliche, che devono confrontarsi con gli aspetti legati alla digitalizzazione dei processi amministrativi e alla diffusione di servizi in un’ottica di trasparenza, snellimento procedurale, riduzione dell’impatto ambientale, oltre che all’adeguamento normativo che sempre più spesso è orientato alla dematerializzazione di documenti ed atti.
I Comuni associati si sono posti come obiettivo generale, di avviare azioni che abbiano come fine la costruzione di un percorso integrato ed innovativo che metta in condizione di avere maggior interoperabilità ed interconnessione, armonizzazione amministrativa e semplificazione, attraverso processi di governance orizzontale.


Assessore Sistemi Informativi
Costantino Renato