Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

"Vogliamo la rotatoria", i residenti del Coppo a Sirolo chiedono a gran voce sicurezza stradale

Dopo l'ennesimo incidente dello scorso fine settimana, il quartiere torna sulla richiesta avanzata già da tempo

SIROLO – Ennesimo incidente, fortunatamente non grave, nell’ultimo fine settimana sull’incrocio della provinciale di Sirolo all’altezza del rione Coppo.  Un tratto di grande pericolosità sul quale più volte in passato è stata segnalata la necessità di intervenire ai fini della sicurezza. L’intersezione tra provinciale e strada ex zona artigianale è infatti sprovvista di qualsiasi deterrente che impedisca il verificarsi di incidenti e che allo stesso tempo sia in grado di regolamentare in traffico. Esistono dei segnalatori di velocità che però, a quanto pare, non sono funzionanti. 

Ennesimo incidente, fortunatamente non grave, nell’ultimo fine settimana sull’incrocio della provinciale di Sirolo all’altezza del rione Coppo.  Un tratto di grande pericolosità sul quale più volte in passato è stata segnalata la necessità di intervenire ai fini della sicurezza. L’intersezione tra provinciale e strada ex zona artigianale è infatti sprovvista di qualsiasi deterrente che impedisca il verificarsi di incidenti e che allo stesso tempo sia in grado di regolamentare in traffico. Esistono dei segnalatori di velocità che però, a quanto pare, non sono funzionanti. Particolarmente difficile risulta l’uscita dal quartiere Coppo per immettersi nella strada principale. Le cause sono molte. Innanzitutto una scarsa visibilità, in secondo luogo il rettilineo della provinciale che invita a spingere troppo sull’acceleratore, imponendo alle auto in uscita dal quartiere a prestare la massima attenzione. Inoltre, come mostra la foto, in alcuni momenti, come nei fine settimana d’estate, il traffico aumenta a dismisura,  complici anche le auto provenienti dal Taunus, facendo esponenzialmente aumentare i pericoli. La presenza di un vigile non è sufficiente, l’incrocio non può essere sorvegliato per tutta la giornata e tutta la notte. E anche i dissuasori di velocità hanno dimostrato avere scarsa validità nell’impedire tamponamenti o incidenti. Da più tempo i residenti hanno richiesto la realizzazione di una grande rotatoria. Richiesta che finora è rimasta inascoltata da parte dell’amministrazione comunale. La rotatoria avrebbe il vantaggio di regolare “naturalmente” il flusso del traffico e si rivelerebbe una soluzione lungimirante, visto che il quartiere sta lentamente aumentando in termini di popolazione. Dopo l’incidente avvenuto lo scorso fine settimana, le voci a favore della rotonda si sono alzate nuovamente chiedendo se sia necessario attendere sotuazioni ben più gravi prima di intervenire in maniera efficace.