Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Soprintendenza Beni Archeologici Marche e Ente Parco: ipotesi di un Parco Naturalistico Archeologico

PARCO DEL CONERO - Una convenzione per istituire il Parco Naturalistico Archeologico del Conero e l’ ipotesi di una biglietteria unica per le visite all’ area dei Pini di Sirolo e all’ Antiquarium di Numana: è stato un proficuo incontro, pieno di contenuti, quello di ieri tra il consiglio direttivo dell’ Ente Parco e il nuovo Soprintendente ai Beni Archeologici delle Marche, luigi Malnati, anche Direttore del Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Hanno partecipato altresì Stefano Finocchi, Direttore dell’Antiquarium Statale di Numana e Tommaso Casci Ceccacci, Direttore del Museo Archeologico Statale di Cingoli. ‘Esprimo grande soddisfazione per l’ esito di questo incontro con il Soprintendente Malnati. –commenta il Presidente dell’ Ente Parco Lanfranco Giacchetti- Forti dell’ enorme patrimonio archeologico presente nel Parco del Conero, si è convenuto sulla necessità di intraprendere celermente un percorso concertato tra Enti volto alla realizzazione di un Parco Naturalistico/Archeologico, partendo dalla stipula di una convenzione tra le parti. Il Soprintendente è rimasto positivamente colpito dal lavoro sino ad oggi svolto dall'Ente, in merito alla valorizzazione di tale tesoro con grande valenza storico-culturale, artistica e demoetnoantropologica. Un plauso al Parco è arrivato anche per la presenza di azioni di valorizzazione delle evidenze archeologiche negli strumenti normativi e di gestione dell’Ente Parco e della presenza di un Archeologo nella pianta organica, il Dott. Filippo Invernizzi, responsabile dell’ Ufficio Cultura’. Collaborazione fattiva, questa è stata la parola d’ ordine di questa riunione a cui è seguita una visita del Dott. Malnati e dei due funzionari dell’area espositiva del Centro Visite dell’Ente Parco, compresa la sezione archeologica caratterizzata dalla ricostruzione di una tomba picena, all’Area Archeologica I Pini di Sirolo e all’Antiquarium Statale di Numana. Al centro visite, con la Forestalp, che si occupa dei CEA e della parte escursionistica del Parco del Conero, si è ipotizzato di creare una bigliettazione unica sia per l’ area dei Pini che per l’ Antiquarium, utile ad indirizzare i migliaia di visitatori e le scolaresche che entrano al centro visite, verso questi due punti di interesse culturale del territorio.

PARCO DEL CONERO - Una convenzione per istituire il Parco Naturalistico Archeologico del Conero e l’ ipotesi di una biglietteria unica per le visite all’ area dei Pini di Sirolo e all’ Antiquarium di Numana: è stato un proficuo incontro, pieno di contenuti, quello di ieri tra il consiglio direttivo dell’ Ente Parco e il nuovo Soprintendente ai Beni Archeologici delle Marche, luigi Malnati, anche Direttore del Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Hanno partecipato altresì Stefano Finocchi, Direttore dell’Antiquarium Statale di Numana e Tommaso Casci Ceccacci