Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Un bando per la cura del verde cittadino

Servizi in cambio di pubblicità, è la proposta di Camerano per la manutenzione di giardini e rotatorie

CAMERANO – Uno scambio di servizi più che interessante quello proposto dal Comune di Camerano per la manutenzione e l’allestimento di aree verdi e rotatorie del territorio comunale. L’invito è per aziende, società, enti e associazioni o anche soggetti privati che vogliano partecipare al bando avviato dal Comune in questi giorni.

 

CAMERANO – Uno scambio di servizi più che interessante quello proposto dal Comune di Camerano per la manutenzione e l’allestimento di aree verdi e rotatorie del territorio comunale. L’invito è per aziende, società, enti e associazioni o anche soggetti privati che vogliano partecipare al bando avviato dal Comune in questi giorni. Si richiede la manutenzione delle aiuole e spazi verdi a cura e spese di chi è interessato, di contro un ritorno di immagine per l’azienda, il privato, l’associazione. Si legge nella diffusione dell’invito “I soggetti che eseguiranno, a propria cura e spese, l'intervento di valorizzazione, sistemazione e manutenzione delle aree a loro assegnate, otterranno in cambio, oltre ai benefici fiscali previsti dalla normativa vigente, il necessario ritorno di immagine in quanto l’amministrazione comunale consentirà allo sponsor di avvalersi della facoltà di pubblicizzare la sua collaborazione tramite i mezzi di comunicazione, concederà l’utilizzo degli spazi verdi per l’apposizione di cartelli che pubblicizzino l’intervento, riporterà in termini di assoluta evidenza, nelle comunicazioni ufficiali relative all’iniziativa, il nome dello sponsor, evidenzierà il nome/marchio/logo dello sponsor nelle pagine web del Comune di Camerano di pubblicizzazione dell’iniziativa, inserirà il nome/marchio/logo dello sponsor in tutti i materiali illustrativi dell’iniziativa che potranno essere eventualmente realizzati per la durata del contratto”. La proposta potrebbe essere interessante anche a giudicare dalla diffusione che ha avuto in altre città.