Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Camerano, criticità sul torrente Marganetto. I risultati del sopralluogo.

CAMERANO - Sopralluogo congiunto tra l’ufficio tecnico del Comune e il Consorzio di Bonifica delle Marche nei giorni scorsi per verificare le condizioni del fiume Aspio e del torrente Marganetto. Il controllo richiesto aveva come fine quello di verificare lo stato attuale.   

 

 

 

Sopralluogo congiunto tra l’ufficio tecnico del Comune e il Consorzio di Bonifica delle Marche nei giorni scorsi per verificare le condizioni del fiume Aspio e del torrente Marganetto. Il controllo richiesto aveva come fine quello di verificare se allo stato attuale ci fossero criticità lungo i tratti fluviali ed eventualmente valutare con il Consorzio gli interventi necessari per ripristinare le normali condizioni di sicurezza. In alcuni tratti il fiume e il torrente, in conseguenza di eventi atmosferici imprevedibili, potrebbero infatti esondare creando situazioni pericolose o provocando danni alle attività, ai residenti della zona e alle auto in transito. Dalla verifica è emerso che le criticità maggiori sono lungo il torrente Marganetto ed in particolare nel tratto che va dalla Statale alle Terme (dove è crollato un argine) fino al tratto ferroviario. Il Consorzio proverà ad effettuare delle manutenzioni ordinarie nei pressi dell’incrocio tra la Statale e via delle Terme, non prima di Luglio/Agosto. Non potrà invece intervenire sul rifacimento dell’argine crollato nei pressi delle Terme poiché si tratterebbe di una manutenzione straordinaria di competenza della Provincia. Negli altri tratti sensibili ispezionati, ponti di transito veicolare, risulta invece la necessità di effettuare un intervento di risagomatura delle sponde nei pressi del ponte di Via della Sbrozzola. La vegetazione per quanto possa sembrare folta, al momento non presenta un pericolo per il deflusso dell’acqua. Nei mesi scorsi è stato richiesto più volte (settembre, ottobre, novembre 2014 e gennaio 2015) alla Provincia di Ancona, ente competente per la manutenzione dei tratti fluviali, di  effettuare un ispezione per accertare le condizioni dei corsi d’acqua e di comunicarci se avesse programmato degli interventi ma ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro. “Ci dispiace anche constatare che chi rappresenta politicamente Camerano – sottolinea l’assessorato alla manutenzione di Camerano -  nell’ente provinciale si sia completamente disinteressato di questo problema, e che invece abbia preferito divagare, come al solito, in dibattiti che non portano alcun valore aggiunto ai cittadini e alla sicurezza del territorio.  Ricordiamo che, indipendentemente dagli interventi che potranno essere fatti, l'eventualità di forti pioggie non esclude la possibilità che la massa idrica eccedente defluisca su strade e campi o che si creino delle micro frane in alcune aree, quindi si raccomanda la massima prudenza nel caso ci si trovasse in tratti stradali o aree con abbondanti flussi o ristagni d'acqua”.