Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Il circolo Pd Sirolo sostiene le dichiarazioni della Ciarmatori

SIROLO – Il circolo Pd Sirolo sostiene e rafforza quanto denunciato dalla capogruppo Alberta Ciarmatori in un articolo apparso ieri dalle colonne del nostro giornale. “In merito all’articolo di stampa apparso oggi, il circolo PD di Sirolo rafforza con queste considerazioni quanto espresso dalla capogruppo Ciarmatori in merito alla pubblica sicurezza a SiroloE’ una situazione di pericolo, che si evidenzia già ad inizio stagione, e che abbiamo già posto alla pubblica attenzione. Intervenga ora l’amministrazione, prima che il paese sia nel boom delle presenze. occupata per il futuro del nostro amato paese e per il fatto che in questa situazione il turista potrebbe non tornare a Sirolo, con un grave danno per l’economia sirolese”.

 

Il circolo Pd Sirolo sostiene e rafforza quanto denunciato dalla capogruppo Alberta Ciarmatori in un articolapparso ieri dalle colonne del nostro giornale. “In merito all’articolo di stampa apparso oggi, il circolo PD di Sirolo rafforza con queste considerazioni quanto espresso dalla capogruppo Ciarmatori in merito alla pubblica sicurezza a Sirolo.E’ una situazione di pericolo, che si evidenzia già ad inizio stagione, e che abbiamo già posto alla pubblica attenzione. Intervenga ora l’amministrazione, prima che il paese sia nel boom delle presenze.La minoranza ha stimolato più volte l’amministrazione comunale ad adoperarsi nel razionalizzare i trasporti e nel controllare la situazione di ordine pubblico nelle ore notturne. Come al solito nessuna risposta e nessuna reazione.Anche se ci sono atti amministrativi come ordinanze, regolamenti e delibere di giunta comunale, ci sembra che il corpo dei Vigili Urbani sia in difficoltà nel far rispettare regole che l’amministrazione, seppur pallidamente e debolmente, indica.Ci riferiamo al regolamento acustico, alle ordinanze sui divieti di sosta, alle delibere di giunta. Ad esempio, in riferimento al problema di sicurezza lungo Via Saletto, recita la delibera di Giunta n. 125 del 26/07/2013 che “il transito lungo Via Saletto potrà avvenire, nello stesso arco di tempo, per un massimo di n.1 mezzo per ogni stabilimento, ferma restando, sempre e comunque la precedenza del mezzo pubblico”. “La reiterata inosservanza degli obblighi di cui ai punti che precedono, ove rilevata ed accertata dai Vigili Urbani e/o da altre forze dell’ordine, comporta l’immediata revoca delle autorizzazioni”.Ora noi ci chiediamo che tipo di attività svolgano i Vigili Urbani, quali siano le priorità e quali siano gli indirizzi di organizzazione, e come faccia rispettare tale delibera. Non è sufficiente sostare ogni tanto al cancello di ingresso di via Saletto e girarsi dall’altra parte quando nell’ora di punta transitano pericolosamente insieme autobus pubblico al massimo carico, pedoni e trasporto privato con almeno due o tre mezzi, quando va bene.In merito ai problemi di ordine pubblico notturni, visto che le forze dell’ordine come Polizia e Carabinieri durante l’estate sono impegnate contro altri tipi di problemi, come i furti, vorremmo sapere se l’Amministrazione ha valutato la necessità di aumentare la presenza dei Vigili Urbani anche di notte, in accordo anche con il Comune di Numana, con cui ancora attendiamo sviluppi sull’”unione epocale”, sbandierata e pubblicizzata a suo tempo dal Sindaco Misiti. Senz’altro unendo i servizi di Polizia Municipale si avrebbe una migliore razionalizzazione degli uffici ed una miglior distribuzione delle competenze.Dopo l’ultimo fine settimana si sono accorti tutti che il cosiddetto “patto della movida” è stato inefficace, perché quando manca il controllo ed il presidio sul territorio, si possono fare mille leggi, ordinanze, regolamenti, ma se nessuno li fa rispettare, il caos regna sovrano. L'amministratore che non decide, che non prende posizione, ma si limita semplicemente a invitare le parti attorno a un tavolo, non è un buon amministratore. Anzi, non si può definire nemmeno un amministratore, in quanto non svolge, così facendo, il ruolo per cui è stato eletto e per cui viene pagato dalla collettività. Nello specifico il ruolo dell'amministrazione è quello di scrivere il regolamento comunale concernente decibel e distribuzione degli alcolici, modificarlo se lo ritiene opportuno e, soprattutto, farlo rispettare dai vigili urbani. Tutto qua, non serve nessun accordo tra le parti. Basta seguire le regole nate proprio per favorire la civile coesistenza di persone nello stesso territorio.Ribadiamo che è necessario intervenire tempestivamente per salvare una delle economie più importanti di Sirolo, e cioè il turismo. Sappiamo bene che i turisti scelgono Sirolo per le sue bellezze incantevoli in termini di natura, di mare, di paesaggio e di luogo ricco di storia, vorremmo sapere se l’amministrazione ha chiaro quale tipo di turista scelga Sirolo e perché, e quali sono di conseguenza gli indirizzi di politica turistica che vengono attuati. Il paese non merita un turismo di massa, con servizi carenti, per solo un mese e mezzo all’anno, più le domeniche caotiche dove si riversa una grande quantità di persone senza servizi all’altezza.Ci sono molte cose carenti ed inefficienti in paese, dovute all’ignavia e all’incapacità di questa amministrazione, ma la sicurezza dei cittadini e dei turisti viene prima di tutto. Sia più trasparente l’amministrazione verso i propri concittadini e risponda alle sollecitazioni della minoranza, la cui spinta deriva dalla presenza tra la gente che si mostra preoccupata per il futuro del nostro amato paese e per il fatto che in questa situazione il turista potrebbe non tornare a Sirolo, con un grave danno per l’economia sirolese”.