Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Filiera corta a Camerano con la "casetta" di distribuzione dell'acqua

CAMERANO - Dal 30 Luglio sarà possibile per tutti i cittadini di Camerano rifornirsi di acqua potabile naturale e gassata, entrambe refrigerate, dalla «Casetta» installata in Piazza Aldo Moro. Tutto ciò comporterà grandi benefici per l'ambiente, in quanto si prevede una riduzione progressiva dei rifiuti di plastica da smaltire o riciclare oltre alle emissioni di CO2 legate ai trasporti e alla produzione e commercializzazione delle bottiglie stesse.Come tutti sanno la filiera dell’acqua in bottiglia presenta un consumo di materiale ed energia rilevante. Serve parecchio petrolio e si producono una serie di sostanze inquinanti (idrocarburi, anidride carbonica etc...) per produrre le bottiglie in plastica, trasportarle alla ditta imbottigliatrice, imbottigliarle, trasportarle ai punti vendita, stoccarle

Dal 30 Luglio sarà possibile per tutti i cittadini di Camerano rifornirsi di acqua potabile naturale e gassata, entrambe refrigerate, dalla «Casetta» installata in Piazza Aldo Moro. Tutto ciò comporterà grandi benefici per l'ambiente, in quanto si prevede una riduzione progressiva dei rifiuti di plastica da smaltire o riciclare oltre alle emissioni di CO2 legate ai trasporti e alla produzione e commercializzazione delle bottiglie stesse.Come tutti sanno la filiera dell’acqua in bottiglia presenta un consumo di materiale ed energia rilevante. Serve parecchio petrolio e si producono una serie di sostanze inquinanti (idrocarburi, anidride carbonica etc...) per produrre le bottiglie in plastica, trasportarle alla ditta imbottigliatrice, imbottigliarle, trasportarle ai punti vendita, stoccarle e distribuirle e di nuovo trasportarle alla propria abitazione (mediamente una bottiglia d’acqua percorre 800/1000 km prima di arrivare nella nostre case!).Una volta utilizzate le bottiglie devono essere smaltite; se correttamente differenziata la plastica può essere tranquillamente riciclata altrimenti, come accade in alcune situazioni, viene conferita nel sacco nero finendo in discarica.Nel caso di fruizione del distributore di acqua da parte di 1000 abitanti si può ipotizzare una riduzione di circa 10/11 ton. all'anno di plastica oltre a circa 14 ton. di petrolio per la produzione (18 ton. di CO2) e 19 ton. di CO2 per il trasporto.    Oltre a quanto detto è garantito un risparmio economico, in quanto il costo al litro è sensibilmente minore rispetto all'acqua commercializzata nei negozi,I tre livelli di filtrazione (microfiltrazione, sterilizzazione con camera UVC e induzione magnetica) garantiscono all'acqua delle ottime caratteristiche organolettiche e di sapore (il sistema unisce la funzione della filtrazione e l'assorbimento di eventuali sostanze chimiche compreso, cloro, odori e sapori sgradevoli).Non per ultimo, è che il progetto è a costo zero per il Comune (non vengono utilizzate risorse economiche pubbliche!), in quanto la realizzazione e il funzionamento sono a totale carico del concessionario che sarà remunerato con i ricavi della vendita dell’acqua.
L’acqua potrà essere prelevata direttamente presso il distributore in Piazza Aldo Moro con monete o tramite tessere ricaricabili (da acquistare presso i bar/esercenti che collaborano con l’iniziativa). 
L’inaugurazione della «Casetta dell’acqua» è Giovedì 30 Luglio alle ore 17.30 in Piazza Aldo Moro. Nell’occasione saranno date informazioni utili per l’utilizzo del distributore.