Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Avviato uno studio (gratuito) a Camerano per ottimizzare la gestione dell'energia

CAMERANO - Partita la collaborazione tra il Comune di Camerano, la Sida e il Centro di Formazione Marche per implementare le attività collegate al risparmio energetico.Attraverso i tirocini collegati al Master sull’«Energy Management», organizzati dalla Sida, è stato accordato l’avvio di uno studio (gratuito per il Comune) sul bilancio energetico di alcuni impianti Comunali, al fine di avere un quadro più chiaro delle azioni effettuate fino ad ora e capire se è possibile avere una migliore gestione ed un utilizzo più 

 

Partita la collaborazione tra il Comune di Camerano, la Sida e il Centro di Formazione Marche per implementare le attività collegate al risparmio energetico.Attraverso i tirocini collegati al Master sull’«Energy Management», organizzati dalla Sida, è stato accordato l’avvio di uno studio (gratuito per il Comune) sul bilancio energetico di alcuni impianti Comunali, al fine di avere un quadro più chiaro delle azioni effettuate fino ad ora e capire se è possibile avere una migliore gestione ed un utilizzo più razionale dell’energia consumata.
Il settore del risparmio energetico vede da tempo un periodo di grande innovazione che ha già portato diversi interventi su tutto il territorio (pubblica illuminazione, pannelli solari, fotovoltaico). L’obiettivo che l’attuale Amministrazione Comunale vuole raggiungere, riguarda principalmente l’orientamento sulle scelte future in ambito energetico, tramite un piano e uno studio generale che metta in risalto punti di forza e debolezza di alcuni impianti Comunali attualmente in uso. Avendo dei dati su cui effettuare delle valutazioni sarà più facile capire se e dove c’è bisogno di effettuare interventi.
Nei fatti ci saranno diversi passaggi nell’ambito di questo studio che riguarderanno la preparazione di certificati energetici, l’analisi dei consumi e delle azioni già adottate, la predisposizione del Paes ed infine la valutazione di eventuali finanziamenti per l’avvio di progetti ad hoc.

Assessore Ambiente

Costantino Renato