Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Presentata ufficialmente "Comuni senza Frontiere", chiamata al gioco per 6 Comuni del Conero

Apre la manifestazione il Comune di Numana il 16 maggio. Divertimento e partecipazione gli ingredienti dell'evento

CONERO – Si chiama “Comuni senza Frontiere” il singolare appuntamento ludico sportivo  che coinvolgerà 6 Comuni del Conero nei mesi di maggio, giugno e luglio. A dare il via, o meglio l’idea, al progetto  il Comune di Camerano con l’assessorato allo sport guidato da Marco Principi, accolto con entusiasmo dalle altre  amministrazioni comunali, Offagna, Loreto, Castelfidardo, Osimo e Numana.

 

 

 

Si chiama “Comuni senza Frontiere” il singolare appuntamento ludico sportivo  che coinvolgerà 6 Comuni del Conero nei mesi di maggio, giugno e luglio. A dare il via, o meglio l’idea, al progetto  il Comune di Camerano con l’assessorato allo sport guidato da Marco Principi, accolto con entusiasmo dalle altre  amministrazioni comunali, Offagna, Loreto, Castelfidardo, Osimo e Numana. Una rivisitazione di “Giochi senza Frontiere” di antica memoria  in chiave nostrana ma con modalità e obiettivi simili. Divertimento e sfide all’ultimo gioco sono alla base della manifestazione, ma anche l’intento di “unire” e fare conoscere territori limitrofi. Il via lo darà il Comune di Numana il 16 maggio, luogo prescelto il Porto Turistico “Abbiamo creduto subito nella bontà della proposta – conferma il primo cittadino Marzio Carletti – e vorrei sottolineare come spesso lo sport anticipa temi che la politica non coglie. La collaborazione tra Comuni è di grande attualità e Comuni senza Frontiere potrebbe essere un buon modo di iniziare”. Marco Principi assessore allo sport di Camerano e promotore dell’idea ora realtà  mette l’accento sull’aspetto ludico “ Un gioco itinerante – dice Principi – puntiamo sul divertimento puro, non ambiamo a competizione né risultati. Abbiamo pensato la manifestazione con grande passione come un momento anche socializzante”. A ospitare la presentazione ufficiale di Comuni senza Frontiere il grande negozio Decathlon a Camerano che ha creduto nell’evento tanto da garantire fin da subito la propria sponsorizzazione “Perché abbiamo accettato? Perché quanto ci viene proposto persegue gli stessi obiettivi di Decathlon, sport e divertimento insieme, a prescindere dall’agonismo e dalla competizione”. Grande soddisfazione per aver “costruito” un percorso comune anche per Tania Belvederesi, assessore allo sport e turismo di Castelfidardo “Sono contenta per il clima di collaborazione che siamo riusciti a creare con i colleghi delle altre amministrazioni. Abbiamo fatto squadra tra noi e questo era l’obiettivo”. Ha parlato di grande opportunità Sandro Antonelli, lui delegato alle attività sportive di Osimo, mettendo in rilievo due aspetti “Il primo è la possibilità di intensificare la collaborazione tra amministrazioni comunali vicine, il secondo l’opportunità che offre l’attività sportiva di avvicinare diversi settori, dai giovani ai meno giovani ai bambini”. Infine Offagna, che chiuderà la kermesse il 5 luglio, con il suo rappresentante a sport e turismo Alessandro Desideri “ Uscire dai confini del nostro Comune e portare viceversa all’interno del nostro territorio è uno degli aspetti interessanti che Comuni senza Frontiere offre. Spesso rimaniamo chiusi nei nostri confini senza sapere che al di là ci sono bellezze altrettanto degne di attenzione e di essere conosciute”. Dell’organizzazione pratica si occuperà Roberto Capotondo insieme a un gruppo di amici veterani di organizzazioni del genere. La promessa è divertimento per tutti con prove che avranno a che fare per lo più con l’acqua. Hanno supportato l'iniziativa anche Seritess e FBT impianti audio.