Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Domani ai "Sabati Culturali" focus su "Ordinario e Straordinario nella Vita Quotidiana Picena"

PARCO DEL CONERO - Proseguono con un focus sulla civiltà picena i “Sabati Culturali” dell’ Unitre Numana-Sirolo, organizzati in collaborazione con il Parco del Conero. Il secondo appuntamento è per sabato 22 novembre alle ore 17,30 presso il Centro visite del Parco a Sirolo, con "L'ordinario e lo straordinario nella vita quotidiana picena", a cura dell’ archeologo Maurizio Bilò, della Coop. Archeolab. ‘La conferenza –spiega Simona Petrelli, Presidente dell’ Unitre Numana-Sirolo- è incentrata sulla civiltà picena, partendo dall'insediamento della civiltà nella zona di Numana e Sirolo, proseguendo con corredi funebri rinvenuti numerosi nelle oltre 2000 sepolture scavate negli ultimi 25 anni tra gli stessi comuni. In particolar modo si porrà l'accento sui vasi attici a figure nere e rosse, sugli oggetti in bronzo, sull'abbigliamento femminile, nonché sul ricchissimo corredo funerario

 

Proseguono con un focus sulla civiltà picena i “Sabati Culturali” dell’ Unitre Numana-Sirolo, organizzati in collaborazione con il Parco del Conero. Il secondo appuntamento è per sabato 22 novembre alle ore 17,30 presso il Centro visite del Parco a Sirolo, con "L'ordinario e lo straordinario nella vita quotidiana picena", a cura dell’ archeologo Maurizio Bilò, della Coop. Archeolab. ‘La conferenza –spiega Simona Petrelli, Presidente dell’ Unitre Numana-Sirolo- è incentrata sulla civiltà picena, partendo dall'insediamento della civiltà nella zona di Numana e Sirolo, proseguendo con corredi funebri rinvenuti numerosi nelle oltre 2000 sepolture scavate negli ultimi 25 anni tra gli stessi comuni. In particolar modo si porrà l'accento sui vasi attici a figure nere e rosse, sugli oggetti in bronzo, sull'abbigliamento femminile, nonché sul ricchissimo corredo funerario proveniente dalla tomba della regina di Sirolo, rinvenuta nel gennaio 1989, la quale ha riportato alla luce altri 1600 oggetti, tra i quali un calesse e una biga. Di questo e di molto altro si parlerà sabato prossimo’. ‘Il centro visite del Parco del Conero -dice ora il consigliere del Parco Fabia Buglioni- con questa interessante iniziativa diventa ancora una volta il centro della conoscenza del territorio da cui parte la tutela attiva dello stesso’. Gli appuntamenti legati ai Sabati Culturali proseguiranno con il seguente programma: il 6 dicembre ‘Cultura ambiente e società alle falde del Conero’ con Alberto Recanatini del Gruppo Speleologico Marchigiano. ‘Dai Romani a Baccio Pontelli: evoluzione architettonica delle mura di Jesi’, con l’ archeologo Alessandro Biagioni, è l’ appuntamento di sabato 13 dicembre. Il 17 gennaio il Vice Presidente Gilberto Stacchiotti, ambientalista e già autore del libro ‘Obiettivo Conero’, dirà tutto quello che c’è da sapere sul Parco del Conero, che segue fin dalla sua istituzione. Le novità e la storia del sito archeologico in cui sono stati rinvenuti i ‘Forni neolitici di Portonovo’, sabato 31 gennaio saranno temi a cura di Mara Silvestrini del Museo Archeologico delle Marche. Il 21 febbraio al centro dell’ incontro ci sarà il Femminicidio, relatrice Elisabetta Mayer, Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Milano. ‘Geoarcheologia: ricerche nell’ area ponentina’ con l’ archeologa Federica Erbacci, si terrà il 7 marzo. Il 21, presentazione del volume ‘Numana dalle origini al Medioevo’, a cura di Simona Petrelli. Il 28 marzo, visita guidata al centro storico di Numana, sempre con Simona Petrelli.