Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Confermato il successo delle Feste Medioevali. Per la prossima edizione si pensa a un Comitato Organizzatore

“Siamo molto contenti per come sono andate le Feste Medioevali, sia pure tra i capricci del tempo dell’ultima giornata tra schiarite e sporadici temporali– conferma il presidente della Pro Loco di Offagna Salvatore Moffa – sono state mantenute le presenze del 2013, dato che quelle della scorsa edizione sono poco significative a causa del maltempo che ha penalizzato la manifestazione. Abbiamo raggiunto alti standard di qualità e varietà degli spettacoli e delle proposte che ci eravamo prefissati, e abbiamo visto il gradimento dei visitatori”. Ancora una edizione vincente, dunque, che per il futuro potrebbe mutare la struttura organizzativa. La Rievocazione Storica infatti è una macchina poderosa e di ampia e composita struttura, un congegno animato da molte realtà, Rioni, semplici volontari, Pro Loco, commercianti. “L’idea per il futuro – spiega Moffa – è riunire in un solo 

“Siamo molto contenti per come sono andate le Feste Medioevali, sia pure tra i capricci del tempo dell’ultima giornata tra schiarite e sporadici temporali– conferma il presidente della Pro Loco di Offagna Salvatore Moffa – sono state mantenute le presenze del 2013, dato che quelle della scorsa edizione sono poco significative a causa del maltempo che ha penalizzato la manifestazione. Abbiamo raggiunto alti standard di qualità e varietà degli spettacoli e delle proposte che ci eravamo prefissati, e abbiamo visto il gradimento dei visitatori”. Ancora una edizione vincente, dunque, che per il futuro potrebbe mutare la struttura organizzativa. La Rievocazione Storica infatti è una macchina poderosa e di ampia e composita struttura, un congegno animato da molte realtà, Rioni, semplici volontari, Pro Loco, commercianti. “L’idea per il futuro – spiega Moffa – è riunire in un solo organismo tutte le componenti vitali dell’organizzazione. Costituire un Comitato Promotore all’interno del quale fare confluire risorse e idee ottimizzandole”. Un’ipotesi che va nel senso di governare un evento diventato di vasta portata, di forte promozione turistica e di ampio richiamo, un evento per il quale il lavoro dì equipe diventa ormai di vitale importanza per razionalizzare ed esprimere al meglio le energie che vi ruotano intorno.

“Vorrei ancora ringraziare – conclude Moffa -  tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, l’amministrazione comunale, i Rioni, i Gruppi Tamburi, Sbandieratori e Infusio Vulgaris, i cittadini del centro di Offagna sempre assai pazienti nel sopportare tutte le nostre prove, gli sponsor e tutti coloro che a vario titolo contribuiscono a mantenere viva questa nostra tradizione”