Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

FESTIVAL GIORNALISMO DI INCHIESTA / A Camerano un corso di Data Journalism

CAMERANO - Un corso sul Data journalism E’ l’iniziativa che apre il Festival del giornalismo d’inchiesta. Il corso è gratuito e assegnerà agli iscritti all’Ordine dieci crediti formativi. La partecipazione è aperta a tutti. E’ il primo del genere che si svolge nelle Marche. Un corso di formazione sul data journalism. E’ il primo organizzato nelle Marche. Si svolgerà a Camerano (Biblioteca Baden Powell, in piazza Sant’Apollinare) il prossimo 23 settembre. E’ l’iniziativa che apre il Festival del giornalismo d’inchiesta organizzato dallo Ju-Ter Club e dal Circolo +76 di Osimo, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti delle Marche e il patrocinio del Consiglio nazionale. 
Cos’è il Data Journalism? È un giornalismo per smanettoni? No

Corso sul Data journalismE’ l’iniziativa che apre il Festival del giornalismo d’inchiesta. Il corso è gratuito e assegnerà agli iscritti all’Ordine dieci crediti formativi. La partecipazione è aperta a tutti. E’ il primo del genere che si svolge nelle Marche. 
Un corso di formazione sul data journalism. E’ il primo organizzato nelle Marche. Si svolgerà a Camerano (Biblioteca Baden Powell, in piazza Sant’Apollinare) il prossimo 23 settembre. E’ l’iniziativa che apre il Festival del giornalismo d’inchiesta organizzato dallo Ju-Ter Club e dal Circolo +76 di Osimo, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti delle Marche e il patrocinio del Consiglio nazionale. Cos’è il Data Journalism? È un giornalismo per smanettoni? No. È un giornalismo che rispetta tutti i crismi della professione: ipotesi, ricerca, verifica e ovviamente anche olio di gomito…, ma si avvantaggia di software per mettere in relazione i dati resi disponibili dalla digitalizzazione, ma privi di senso se non li si affronta con gli strumenti della tecnologia. Non è un’arena riservata a giornalisti investigativi e maghi del codice, ma semplicemente il fondamento del giornalismo, cioè la ricerca della verità, basandosi su dati reali e oggettivi.     Il corso avrà una durata di  otto ore e assegnerà ai giornalisti iscritti all’Ordine 10 crediti formativi. I giornalisti, per avere i crediti, devono iscriversi tramite la piattaforma nazionale dell’Ordine. Possono però partecipare anche i non iscritti all’Ordine (studenti, appassionati di comunicazione, ecc.) dando la propria adesione all’Ordine dei giornalisti delle Marche. La partecipazione è gratuita (sono richiesti solo 10 euro per diritti di Segreteria).    Il corso sarà tenuto da uno dei maggiori esperti del settore, Andrea Nelson Mauro (fondatore di Dataninja e vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize) che sarà affiancato da Gianluca De Martino, caporedattore della stessa testata. Il corso si concluderà con un intervento sull’etica del Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche, Dario Gattafoni.    Il corso comincerà alle ore 9.  La mattinata (9-13) sarà prevalentemente teorica. Nella prima parte (9-11) Si parlerà del Data Journalism come metodologia di giornalismo investigativo. Andrea Nelson Mauro e Gianluca De Martino illustreranno la situazione in Italia e all'estero, cos'è accaduto in questi anni e come il data journalism sta evolvendo. Nella seconda parte (11-13) si parlerà dei requisiti e delle competenze del datajournalist e saranno analizzate due inchieste realizzate dal team di Dataninja in Italia, sul tema dei migranti e sui beni confiscati
    Il pomeriggio sarà dedicato invece a un workshop operativo sui dati dei beni confiscati. Saranno analizzati, assieme ai partecipanti al corso, i dati più recenti, con particolare riferimento a quelli marchigiani. Il risultato di questo lavoro sarà pubblicato su www.confiscatibene.it Le conclusioni sono affidate al Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche, Dario Gattafoni, che toccherà gli aspetti etici collegati a questo tipo di attività.