Astea notizie
i-benefici-del-sale-Logo
Marchio-Rebel-Sound-Italy

FESTE MEDIEVALI/Un vero accampamento e la sfida con il Clan Catene Ardenti

OFFAGNA – Un vero accampamento medievale dove è possibile cimentarsi con armi dell’epoca. Un fascino irresistibile per i tantissimi visitatori delle Feste Medievali di Offagna e anche l’occasione per vincere un premio. Ma siamo certi che a spingere il turista, il curioso, sia proprio la voglia di fare qualche passo all’interno di Parco della Rimembranza per trovarsi immediatamente catapultato qualche secolo indietro. Armi e costumi, accampamento allestito di tutto punto, tiro con l’arco 
e sagome di caccia o pannelli sui quali improvvisarsi arciere.
Il Clan Catene Ardenti fa tutto questo. Il Gruppo è giovanissimo, nato appena lo scorso anno, ma già vanta una nutrita schiera di organizzatori che offrono al pubblico la possibilità di interagire direttamente con quanto avviene all’interno dell’accampamento. Damiano Mengoni è uno degli organizzatori e ci racconta di più “Ogni sera durante le Feste si apre il torneo dalle 21 alle 23 e oltre con le armi, chi vuole può cimentarsi e alla fine in base al punteggio effettuato, il vincitore si porta a casa un prosciutto”. Il torneo prevede a turnazione diverse discipline, dal tiro con l’arco alla caccia su sagome di animali, o le accette e lance su pannelli. Una vera prova di destrezza e abilità cui è difficile resistere nel mettersi alla prova. Ma non basta, tra le armi anche la balista, ovvero la madre della più famosa balestra. Quella che troverete a Offagna è più piccola rispetto alla più nota balestra, del tipo Scorpione e utilizza lo stesso procedimento, il dardo che scocca.
Il Clan Catene Ardenti fa naturalmente progetti per il futuro che viene immaginato come un accampamento sempre più completo. Anche se già oggi nulla manca, perfino una sezione dedicata alla pratica della tortura, assai diffusa negli anni del Medioevo, con tanto di spiegazione per ogni strumento.