Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Atletica Osimo in evidenza fuori dai confini regionali

OSIMO - Atleti osimani impegnati fuori dai confini regionali lo scorso fine settimana, con differenti ed importanti obiettivi. Ben quattro rappresentanti della categoria Cadetti/e della formazione giallorossoblu osimana sono stati chiamati a far parte della rappresentativa regionale che domenica 28 maggio ha partecipato al IV Trofeo Città di Fidenza – Memorial Domenico Luigi Pratizzoli

Angelica Ghergo, Benedetta Saracchini, Enrique Aurioso e Roman Lorenzetti. Ed uno dei cinque podi della squadra marchigiana è stato conquistato da Angelica Ghergo che si è piazzata al secondo posto nei 300 m. con il tempo di 41.20; buono il comportamento anche degli altri concorrenti con Enrique Aurioso decimo nel lancio del giavellotto (35.56 la sua misura), Roman Lorenzetti tredicesimo nel peso (10.59); stesso piazzamento per Benedetta Saracchini nel giavellotto (22.88). Nono posto nella classifica a squadre per le Marche, su quattordici formazioni partecipanti (nella foto FIDAL Marche la rappresentativa al completo). Altri due atleti osimani, in forza al Team Atletica Marche, si sono spinti più a nord ed hanno raggiunto l’impianto di Lana (Bz) per il primo appuntamento di rilievo nazionale all’aperto della stagione, i Campionati Italiani di Prove Multiple. Dieci gare in due giornate, sabato 27 e domenica 28, per Manuel Nemo (categoria Promesse) e Simone Sabbatini (categoria Juniores). Non sale sul podio per pochi punti Nemo, come già gli era riuscito ad inizio stagione a Padova, dove aveva conquistato il bronzo nell’eptathlon agli Italiani Indoor. Quinta posizione finale di categoria, nona nel riepilogo degli Assoluti.

Questi i risultati parziali: 11.62 nei 100 m, 55.53 nei 400, 4.57.22 nei 1500, 15.12 nei 110 hs, 1.91 nell’alto, 4.20 nell’asta, 6.68 nel lungo, 10.35 nel peso, 26.34 nel disco e 37.37 nel giavellotto, per un punteggio finale di 6156. Molto più numerosa la partecipazione nel decathlon juniores, dove Sabbatini si piazzava al ventiquattresimo posto, con i seguenti parziali: 11.90 nei 100, 53.83 nei 400 (primato personale), 5.14.49 nei 1500, 15.31 nei 110 hs, 1.74 nell’alto, 3.40 nell’asta, 5.71 nel lungo, 9.24 nel peso, 26.84 nel disco e 34.34 nel giavellotto per un totale di 5372 punti. Una considerazione finale sulle prove multiple, una specialità troppo spesso sottovalutata, anche dai vertici nazionali, invece incoraggiata dall’Atletica Osimo e dalla TAM, con risultati anche sorprendenti. Abbiamo ricordato il recente bronzo tricolore di Manuel Nemo dello scorso gennaio; nel 2015 la TAM si è classificata al quarto posto in Italia nella classifica a squadre di prove mutliple (e gli atleti erano tutti di provenienza osimana: Manuel Nemo, Leonardo Malatini, Simon Nguimeya e Francesco Cappanera); dopo la prima prova regionale 2017, la squadra Cadette dell’Atletica Osimo è al comando nel Campionato di Società. Senza dimenticare che per più edizioni è stata proprio l’Atletica Osimo ad organizzare nel campo della Vescovara i Campionati Regionali di Prove Multiple, quest’anno disputati a S. Benedetto del Tronto per le note difficoltà dell’impianto osimano.

Sergio Fossati Pesaresi