La minoranza di Numana fa il bilancio di metà mandato "Deludente l'operato di questa amministrazione"

NUMANA – Molto ancora da fare secondo il gruppo di opposizione Numana Nel Cuore all’opposizione in consiglio comunale. Il lavoro svolto finora dal sindaco Gianluigi Tombolini giunto a metà del suo mandato di primo cittadino, non soddisfa la minoranza, che presenta il conto attraverso la diffusione di un giornalino. Proprio in questi giorni infatti i volontari e consiglieri e lo stesso capogruppo di minoranza Alessandro Selva, sono impegnati nella distribuzioni dei quattro fogli nei quali vengono elencate le cose fatte e non dall’attuale amministrazione.
«Sul fronte della partecipazione ci aspettavamo di più da questa Amministrazione. – ha spiegato Alessandro Selva, consigliere di 

opposizione del gruppo Numana nel cuore – Dall’inizio del mandato sono stati convocati solo 16 consigli comunali, hanno bocciato la nostra proposta per consentire la diretta streaming delle sedute del consiglio comunale, e il percorso partecipativo sul piano regolatore si è definitivamente arenato.Purtroppo, dopo due anni dall’approvazione, ancora non abbiamo le bacheche per poter comunicare coi cittadini, quindi abbiamo deciso di autofinanziarci per realizzare depliant che stiamo distribuendo nelle case dei numanesi. Lo scopo è quello di raggiungere anche chi non segue le nostre attività sui social network».
Sotto accusa il porto i cui problemi non sono stati ancora risolti nonostante l’accesso a finanziamenti che avrebbero consentito interventi determinanti. Ancora i rifiuti, settore rimasto al palo in questi anni, dove insomma non sono stati registrati progressi nella gestione. E l’ospedale di san Michele, nelle intenzioni avrebbe dovuto diventare uin polo sanitario e socio – assistenziale, ma ben lungi dall’essere tale, penalizzato dalla difficoltà di unire le due amministrazioni comunale maggiormente interessate al progetto, Numana e Sirolo.
Aspri i commenti nel foglio dell’opposizione nel settore dell’edilizia scolastica, se come deciso si procederà alla realizzazione di una scuola a Marcelli, nonostante un primo orientamento prevedesse un edificio alle scuole medie, perché abbiamo sborsato circa 400mila euro per la realizzazione della palestra del polo scolastico di Sirolo?