Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

E' ufficiale, il M5S correrà alle prossime amministrative con David Monticelli

OSIMO – Una candidatura combattuta, come lui stesso ha dichiarato, ma alla fine il “senso di responsabilità” e l’impegno della legislatura che si sta per concludere e che lo ha visto sui banchi dell’opposizione negli ultimi cinque anni “con tante battaglie combattute in consiglio comunale” hanno fatto decidere David Monticelli a presentare la propria candidatura per le prossime elezioni amministrative.
Una candidatura che “date le ferree rgole dl Movimento esclude una mia corsa alle regionali del 2020”.

La presentazioni ufficiale questa mattina al bar Diana, una conferenza stampa in cui è stato affiancato dal parlamentare pentastellato Paolo Giuliodori presentato con orgoglio come prodotto dell’impegno del Movimento sul territorio.
Non sono mancate durante la presentazione bordate ai due protagonisti della vita politica osimana degli ultimi anni che si sono combattuti a suo di voti nelle passate consultazioni a suon di interrogazioni o politica. Un confronto quello tra Latini e Pugnaloni sempre sul filo della “pochezza politica”.
A chi gli chiede un pronostico, chi vincerà le prossime elezioni a Osimo non ha dubbi “Il Movimento 5 Stelle” e scatta fragoroso l’applauso.
Un excursus sulle tante battaglie fatte come minoranza e come Movimento 5 Stelle, per arrivare ai nodi sui quali Monticelli sindaco intenderà intervenire. Sono stati toccati i temi caldi della sanità con l’intenzione dichiarata di voler salvaguardare la struttura ospedaliera di Osimo corredandola di altri servizi essenziali con i poliambulatori e il servizio di logopedia ritenuto importantissimo. La sicurezza che deve essere basata su “un’attenzione puntuale di ciò che accade, senza girare la faccia dall’altra parte”. E la valorizzazione del territorio che significa anche “ritrovare il senso di comunità e di identità che negli ultimi anni sono andate perse”.
Un occhio di particolare attenzione alle piccole e medie imprese“che nonostante le tante difficoltà e la globalizzazione continuano a essere competitive. Vanno supportate e incentivate. Purtroppo con Pugnaloni ci sono stati diversi interventi a gamba tesa che di fatto le hanno penalizzate”.
Rilancio del centro storico e Osimo, per Monticelli “passano attraverso il rilancio del territorio dal punto di vista turistico e culturale. Abbiamo intenzione di riprendere il progetto di parco urbano fatto già nel 2014”. L’idea di creare un percorso ciclopedonale nella zona sottostante di Fontemagna . E l’annosa questione di ingiustizia per cittadini con l’ imu sui terreni edificabili “tema sul quale noi del M5S ci siamo battuti furiosamente a fianco del Comitato no prg”. Il tema caro dell’ambiente che significa il nodo di Osimo Stazione e il suo inquinamento. E’ stato ricordato il progetto voluto dai cinque stelle di piantumazione di 300 piante a Osimo Stazione “simbolico ma importante per fare crescere la sensibilità”. E sempre sullo stesso filone la possibilità di accordo con il collega politico Comune di Castelfidardo per fare pressione sull’Anas con l’obiettivo di risolvere l’annosa questione dlla deviazione del traffico pesante. E una piccola bretella, a cavallo dei due Comuni da realizzare nel terreno retrostante l’Eurospin per razionalizzare e velocizzare il traffico in quell’area.
Si attende una battaglia vivace tra i contendenti al Comune di Osimo, finora quattro, Pugnaloni che tenta il secondo mandato appoggiato da Pd, Achille Ginnetti con la sua lista Progetto Osimo, la Lega con il suo candidato Alberto Maria Alessandrini. Restano fuori dall’elenco le Liste Civiche che finora non hanno ufficializz