Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Salvini tra poche ore a Osimo, città blindata e rischio contestazione

OSIMO - E’ atteso per le 14. 45 il vice presidente del consiglio Matteo Salvini a Osimo ma da questa mattina alle 7 sarà praticamente impossibile accedere in centro storico con le auto. Un cordone di sicurezza studiato all’indomani dell’annuncio della visita del leader leghista in città che ha visto svolgersi l’ultima riunione operativa l’altro ieri mattina coordinata dal vice questore Giuseppe Todaro. Una task force comprendente tutte le forze dell’ordine che insieme al comandante Galassi hanno studiato il piano sicurezza per garantire lo svolgimento del comizio in tutta tranquillità, studiando sia punti nevralgici che viabilità e chiusura al traffico. Da questa mattina dunque, complice anche la presenza delle bancarelle del mercato, 
del mercato, non si potrà accedere a Osimo centro in macchina, una limitazione prevista fino alle 17. Un piccolo palco è stato montato in piazza del Comune per ospitare Salvini, Quella del vice premier è l’unica data della provincia di Ancona, si prevede quindi un afflusso di sostenitori e militanti anche da fuori Osimo. Nel frattempo grande soddisfazione in casa Lega per aver portato a casa l’ospite. Alberto Maria Alessandrini, candidato leghista per il Comune, consegnerà al “Capitano” una lettera memorandum dei bisogni e delle esigenze della città.
La polemica però corre veloce earriva sia attraverso i canali del social e del web, sia attraverso la posizione assai critica assunta dai tre sindacati Cgil Cisl e Uil anch’essi firmatari di un documento nel quale si ribadiscono i temi caldi sui quali porre attenzione, welfare, ospedale Inrca, migrazione sottolineando tra l’altro la naturale propensione della zona a offrire accoglienza diffusa ai migranti. Ultimo ma non ultimo il rischio, peraltro molto concreto, di assistere a manifestazioni di dissenso da parte di gruppi di cittadini o organizzazione. Un dissenso che potrebbe essere espresso sia con cori di “Bella ciao” sia con striscioni di contestazione.
Il vice premier dovrebbe fermarsi in città non più di un’ora. Per i parcheggi sono consigliati sia le soste lungo le mura di Osimo sia quelle del Maxiparcheggio.