Astea notizie
synestesia
feste medievali 2019

Pesante perdita delle feste Medioevali causa maltempo, proprio mentre si registrava un 30% di affluenza in più

Successo dei Gruppi ma saltati alcuni eventi spazzati via dalla pioggia battente. Individuati i responsabili dei vandalismi di questi giorni

OFFAGNA – Pioggia e maltempo hanno danneggiato anche le feste Medioevali di Offagna, impedendone di fatto parte dello svolgimento secondo programma. E’ stato così che la Fastosa Cena Medioevale è saltata spazzata via da un temporale inclemente. E anche sabato non tutti gli eventi si sono svolti. Una perdita in termini di pubblico e anche di rientro economico non indifferente, proprio quando l’affluenza negli altri giorni aveva fatto registrare il segnale positivo.

 

Pioggia e maltempo hanno danneggiato anche le feste Medioevali di Offagna, impedendone di fatto parte dello svolgimento secondo programma. E’ stato così che la Fastosa Cena Medioevale è saltata spazzata via da un temporale inclemente. E anche sabato non tutti gli eventi si sono svolti. Una perdita in termini di pubblico e anche di rientro economico non indifferente, proprio quando l’affluenza negli altri giorni aveva fatto registrare il segnale positivo. Grande successo hanno avuto i momenti dedicati ai Gruppi, sbandieratori, Tamburi, Arcieri e Infusio Vulgaris. “Mi sono commosso – racconta Salvatore Moffa, presidente della Pro Loco e responsabile delle Feste – di fronte alla bravura di due nuovi piccoli Sbandieratori. Ma in generale devo ammettere che tutti i Gruppi hanno dimostrato una preparazione e professionalità ad alto livello” La manifestazione, dati alla mano, ha prodotto per questa XXVII edizione un più 30%, nei giorni di normale svolgimento, specie  in concomitanza con le esibizioni dei Gruppi. Un dato che purtroppo è andato vanificato dalle grandi perdite dovute al maltempo. Soddisfatto dell’andamento generale il presidente della Pro Loco che però per le edizioni future propone qualche cambiamento “La struttura delle feste va bene così – afferma Moffa – andrebbe ripensata l’organizzazione che adesso poggia su una sola entità, la Pro Loco e il suo presidente, ma che per le future edizioni dovrebbe vedere un maggiore coinvolgimento anche di altre realtà”. Troppo presto adesso, a manifestazione appena ultimata, proporre delle modifiche concrete, certo è che in sede di bilancio di quanto fatto, questo sarà uno degli argomenti che verrà discusso. Sembrano essersi risolti anche gli episodi di vandalismi che hanno caratterizzato negativamente questi giorni di feste. Il primo aveva visto prendere di mira da parte di alcuni ragazzi un’auto lasciata incautamente con il finestrino aperto. Gli scellerati vi si sono accaniti con il lancio di uova, salvo poi presentarsi e chiedere scusa. L’altro di sabato notte, una sedia pregiata in legno arredo della sala del consiglio, è stata lanciata da piazza del Maniero e l’altro episodio ancora: sono stati trafugati tavoli e sedie dalla taverna del Torrione. Anche in questo caso i responsabili sono stati individuati, il Comune ha comunque sporto querela, anche se due dei protagonisti dell’insano gesto di sabato notte hanno avanzato le proprie scuse. Va detto, senza nulla negare alla buona fede di chi si è fatto avanti per presentare la propria responsabilità, che in piazza del Maniero è presente una telecamera che comunque avrebbe permesso di individuare i responsabili.