cioccovisciola
siconte
coppa

Licenziamento ex ingegnere capo Mazzocchini, arriva la sentenza definitiva dalla Corte d'Appello di Perugia "Ecco quanto il Comune deve pagare"

OSIMO – Arrivata questa mattina la sentenza definitiva sulla controversia tra Comune di Osimo e ex capo ufficio tecnico Franco Mazocchini licenziato nel 2002, un provvedimento ritenuto già dal 2014 dalla Corte di Cassazione ritenuto “illegittimo e ingiustificato” e che quindi prevedeva un risarcimento dal momento del
licenziamento fino al pensionamento per l’ex dirigente del Comune.
Sulla determinazione dl quantum si era fatto poi il passaggio alla Corte di Appello di Perugia che questa mattina ha fatto pervnire in Comune la sentenza definitiva.
Il caso risale al 2002, quando era sindaco Dino Latini, già da subito Marzocchini aveva impugnato l’atto di licenziamento, ottenendo poi oggi la conclusione di un lungo iter.
Nel frattempo si sono succedute diverse fasi, e a cautela di un pronunciamento a favore di Mazocchini, come di fatto è avvenuto, già il nuovo sindaco Simone Pugnaloni al suo primo mandato aveva accantonato una somma per coprire le spese, sia della sentenza che processuali.
Lo stesso Pugnaloni così commenta la notizia dal suo canale social “Purtroppo è giunta una triste notizia per gli osimani. I cittadini di Osimo per scelte errate dell'allora Sindaco Latini dovranno pagare per il licenziamento Mazzocchini 150 mila euro più spese processuali, oltre quanto già versato all'ex ingegnere capo del Comune. Giunta oggi la sentenza definitiva”.