Emergenza Covid-19: aggiornamento del 19 marzo. Mascherine in arrivo da Tianjin e da due aziende locali

CASTELFIDARDO – Dal COC - centro operativo comunale - che sta affrontando l'emergenza Coronavirus sul territorio, questi i principali aggiornamenti.

A fronte di un quadro sostanzialmente invariato nel numero ufficiale dei contagi, sale il numero delle persone sottoposte a quarantena preventiva cui viene garantito il servizio di assistenza per la consegna a domicilio di medicinali e beni di prima necessità tramite i volontari 

del gruppo comunale di Protezione Civile cui si sono aggiunti quelli di Croce Verde e Fondazione Ferretti (info: 3357182845).

Al centro delle premure e dell’interesse dell’istituzione Comunale anche la situazione all’interno della Residenza Mordini, gestita da Cooss Marche; il sindaco Ascani ha ripetutamente interloquito con i responsabili della struttura e sta attendendo un riscontro ufficiale alla richiesta di chiarimenti inoltrata anche alle autorità competenti. È stata inoltre formalizzata una richiesta di tampone estesa a tutti gli asintomatici presenti in struttura. A beneficio dei soli familiari che hanno i propri cari tra i degenti della Residenza Protetta per Anziani di via Marx (ove attualmente per protocollo di sicurezza possono accedere solo gli addetti ai lavori), la Cooss Marche su sollecitazione dell’Amministrazione ha deciso di attivare un numero dedicato. Tale numero verrà comunicato ai familiari anche contattando i servizi socio-educativi allo 0717829332-0717829355.

Riguardo ai decessi avvenuti nell’ultima settimana, la Cooss Marche dichiara che per quanto di sua conoscenza non vi sono stati decessi riconducibili a infezioni da Sars-Cov-2.

Le buone notizie:

  • Grazie all'accordo Italia-Cina avviato con dichiarazione di intenti del 15 luglio scorso sottoscritto a Palazzo Chigi dal ministro Luigi Di Maio e dal rappresentante della città di Tianjin Li Hongzhong che include anche la promozione culturale della fisarmonica, Castelfidardo riceverà da un'azienda cinese della città metropolitana di Tianjin, una donazione di mascherine;
  • Due aziende tessili della zona industriale hanno convertito la propria attività e sono già operative nella produzione di mascherine; ai fini della commercializzazione, si è in attesa della relativa certificazione;
  • Proseguono e si ampliano gli interventi di sanificazione in seno alla Polizia Locale che ha organizzato un ulteriore ambiente per effettuare la decontaminazione dei dispositivi di protezione individuale in uso al personale dei servizi sanitari essenziali (medici di famiglia e farmacisti), permettendo così a una categoria fondamentale in questa fase emergenziale, di continuare a lavorare con ogni tutela al servizio della popolazione;
  • Incessanti anche i controlli effettuati dalle pattuglie della Polizia Locale: 438 persone, 202 le attività commerciali controllate in meno di una settimana. Il servizio di vigilanza viene inoltre esteso alla fascia serale e notturna. A tal proposito, si rammenta che tutte le autodichiarazioni acquisite, costituiscono elemento di indagine per un controllo incrociato da eseguirsi anche in un momento successivo a quello attuale. Ciò a significare che chi viola senza fondati e riscontrati motivi il decreto #IoRestoaCasa può incorrere nelle conseguenze penali ai sensi dell'art 650 (violazione obbligo di restare a casa) e del Dpr 445/2000 (falsa dichiarazione);
  • In merito alla più volte richiesta disinfestazione delle strade e delle aree pubbliche, la posizione assunta dal sindaco Ascani a non procedere già suffragata da pareri medici, è stata validata dall'Ispra - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - che ha confermato la dubbia utilità di tale intervento individuando anzi elementi potenziali di danno all'ambiente e alle persone.