tesseramento
Acquambiente marche
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Liste Civiche “Sempre chiamate a risolvere i problemi della sanità di Osimo che gli atri creano”

OSIMO – Pubblichiamo alcune riflessioni diffuse dal coordinamento del gruppo Liste Civiche Osimo a proposito della sanità cittadina.
“Come nel 2000 quando sono state chiamate a risolvere l'inghippo dei lavori dell'ospedale a San Sabino creato dalla sinistra e che ha causato l'impossibilità di realizzare il nuovo nosocomio, così oggi, come sempre, le Liste Civiche sono chiamate a salvare il SS. Benvenuto e Rocco nella situazione in cui l'ha portato le scelte dell'amministrazione di sinistra sostenuta da spezzoni di destra. Hanno un tocco magico per depotenziare e annullare tutto ciò che toccano nella Sanità Osimana, salvo poi lasciare agli altri l'ingrato compito di ricostruire e ripartire. 

Sono per antonomasia politicamente disfattisti dell'assistenza sanitaria di Osimo ( e questo è dato di fatto). Per il SS. Benvenuto e Rocco si sconta le scelte del 2015 di farlo uscire dall'Asur così tanto sostenute sia dalla sinistra, con l'emblematica foto di Pugnaloni e Ceriscioli, sia il silenzio assordante della destra locale. 

È singolare davvero che la sinistra Osimana continui ad elargire i loro giudizi verso le Liste Civiche: unica forza territoriale che come primo punto di programma aveva ed ha la salvaguardia della Sanità, che è anche sinonimo di Salute. 

Via la pediatria, l'ostetricia, la ginecologia e così via, e poi via pure l'ospedale Asur: il risultato ora è che ne paghiamo le conseguenze tutti. Gli stessi cercheranno di buttare le colpe su chi da soli 7 mesi - e ribadiamo i 7 mesi- governa la Regione Marche, per coprire i propri errori o continuare a seminare odio politico in danno degli Osimani. Chiarito questo noi Civici ripartiamo ancora una volta per cercare di risolvere la situazione, metterci una pezza e avviare un progetto diverso: un progetto di certo ardito e difficile ma assolutamente necessario. Salute, Sociale e Lavoro sono i primi punti alla nostra attenzione”. 

 

Giulia Dionisi
Coordinamento Liste Civiche