tesseramento
Acquambiente marche
pergola 2021
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Cambia volto il Comitato Feste per Offagna

Nuovo presidente il milanese Cristian Tava, che si sposò proprio alle rievocazioni storiche

OFFAGNA – Serviva rinnovato entusiasmo, modernizzazione e tanto ingegno per rivedere, anche forzatamente causa Covid, il format delle rievocazioni storiche che ogni estate caratterizzano Offagna. Ed il primo passaggio è stato il rinnovamento del consiglio direttivo del Comitato Feste per Offagna che da tre anni si occupa dell’organizzazione degli eventi medievali.

 

A prenderne le redini, assumendo l’onore e l’onere di diventarne presidente, è il milanese Cristian Tava, 49 anni, Consulente Marketing, appassionato di comunicazione digitale e di borghi storici come Offagna.
Si occupa di formazione social e marketing creando un progetto di economia circolare locale che parte da una rete di coworking proprio nei piccoli borghi.

“Ho vissuto le Marche in molti anni della mia vita pur in maniera non continuativa, e sento queste terre come la mia vera casa” spiega Tava, che ha scoperto Offagna nel lontano 1995, quando con la moglie Francesca Vitale inizia a frequentare i mercatini dell’artigianato con il loro laboratorio. “E l’anno seguente –ricorda Tava- sorse l’idea di creare il vicolo degli artigiani durante le rievocazioni storiche, con una selezione di 20 artisti provenienti da tutta Italia e che lavorassero dal vivo. Una ricerca che durava un anno e una cura scrupolosa della qualità e della genuinità di chi vi prendeva parte. Abbiamo vissuto questa esperienza per 10 anni fino a quando i figli, allora piccoli, ci hanno permesso di poterlo fare”. 

A rendere ancora più straordinario il rapporto tra Cristian Tava e le rievocazioni storiche di Offagna è stato il matrimonio con Francesca, nel 2001. “Lo organizzammo la mattina del primo giorno delle Feste Medievali con un pranzo di nozze insolito nella taverna vicino la scuola e con noi tutti gli amici artigiani. Dopo il taglio della torta siamo andati ad allestire la Via del Mercato. Per le foto di nozze abbiamo dato a tutti i nostri ospiti macchine fotografiche usa e getta per cogliere il loro punto di vista, i social e gli smartphone erano ancora lontani. Il ricordo più bello? Avere avuto con noi nostro figlio di un anno”.

Anche per questo Cristian ha scelto oggi Offagna come dimora fissa, rendendo il borgo il centro del suo progetto Villaggio Saggio di economia circolare locale, “che altro non è –spiega- che tutte le mie passioni, visioni, emozioni di una vita intera e che oggi voglio condividere con la comunità di Offagna. Il progetto, che oggi si sta concretizzando, è nato proprio pensando alla bellissima realtà di questo borgo che oggi posso ringraziare mettendo tutto me stesso in questa esperienza nel Comitato Feste per Offagna”.

Assieme a lui nel direttivo tanti volti nuovi ma anche esponenti storici del paese sotto la Rocca, per creare il giusto connubio tra forze fresche ed esperienza. Vicepresidente è Cinzia Giammarchi 47 anni, tesoriere Graziano Naspetti 66 anni, segretario Sonia Massobrio 57 anni, e poi Fabrizio Bartoli 71 anni referente del Comune di Offagna di cui è assessore a turismo e cultura, Alessio Rosati 29 anni presidente del Gruppo storico Offagna, Laura Marchigiani 57 anni presidente Rione San Bernardino, Gilberto Paoletti 51 anni presidente Rione Sacramento, Alfredo Agostinelli 58 anni, Luca Barcaglioni 35 anni referente Esperienze Medievali, Mattia Manuali 32 anni responsabile merchandising, Patrizia Conti 47 anni responsabile mostre, Alessandro Desideri 47 anni referente Rione Torrione.

Il format delle Feste medievali, che ricalcherà quello dello scorso anno con accessi contingentati e su prenotazione per i protocolli sanitari ma con tante novità rispetto al 2020, verrà presentato nei prossimi giorni.