Il Barocco con i ritmi afroamericani: alle origini della musica dell’America latina con lo Stradella Young Project

“OSIMO - Los Ymposibles” è il titolo del concerto con lo Stradella Young Project che l’Accademia d’Arte Lirica propone venerdì 22 luglio, alle 21.15, nel Chiostro San Francesco, a Osimo, nell’ambito degli “Incontri musicali al Chiostro”. 

Una proposta inusuale di grandissimo interesse che indaga sulla musica popolare e colto - del Seicento e Settecento - nata dall’incontro dei Conquistadores con le popolazioni del Nuovo mondo.

Così Andrea De Carlo, uno dei punti di riferimento per il repertorio barocco in Italia, descrive il programma: “La Nueva España, l’attuale Messico, fu nel secolo XVII uno straordinario punto d’incontro tra culture e tradizioni molto diverse tra loro, quella dei colonizzatori spagnoli e portoghesi, quella degli indios americani, e quella degli schiavi portati in massa dall’africa.

Questo stato di cose produsse una particolarissima combinazione di linguaggi, musiche, ritmi, strumenti, scritture. Questo stato di cose produsse una particolarissima combinazione di linguaggi, musiche, ritmi, strumenti, scritture: la lingua nauhatl si confondeva con il bantù, i dialetti della Guinea e dell’Angola con lo spagnolo ed il portoghese, la scrittura polifonica europea si arricchiva di ritmi e danze tribali, i violini e i violoncelli si trovavano a suonare accanto a strumenti dalla forma particolare realizzati con materiali esotici.

Questa musica singolare, che affondando le radici nel rinascimento e nel barocco, si trasformò in seguito nel linguaggio musicale centro e sudamericano e adesso arriva a noi, in un immaginario viaggio di ritorno delle caravelle, per restituirci intatta l’immagine preziosissima di come eravamo, e aiutandoci a capire come siamo adesso”.

La musica è arrivata fino a noi trascritta in codici conservati in Spagna, Messico, Perù e viene restituita con strumenti della tradizione barocca ed etnica.

Lo Stradella Y-Project nasce nel 2011 con lo scopo di avvicinare giovani cantanti e strumentisti alla musica di Alessandro Stradella, nato a Nepi nel 1639. Ne fanno parte virtuosi e giovani strumentisti provenienti da diverse parti d’Europa, sotto la direzione di Andrea De Carlo.

Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Ensemble Mare Nostrum.

INFO: Ufficio IAT 800.228800, prevendita obbligatoria presso la Biglietteria del Teatro La Nuova Fenice nel giorno dello spettacolo dalle 17 alle 21. Biglietto unico 5 euro.

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Accademia d’Arte Lirica Osimo