Astea notizie
women in music
RECTANGLE 13 OTTOBRE

Numana a gonfie vele, concluso il primo Raduno della Nazionale Under 21 Laser

NUMANA - Grazie alla collaborazione fra il CN Massaccesi, lo YC Riviera del Conero e FIV Marche per la prima volta la nazionale giovanile di vela si prepara all’europeo nella Perla della Riviera Numana, 9 ottobre 2019 – Si è concluso oggi il raduno tecnico della nazionale giovanile Laser (imbarcazione 
singola olimpica più diffusa nel mondo e lunga 4,23 mt), che ha impegnato 10 ragazzi (5 maschi e 5 femmine) della categoria Under 21, arrivati a Numana lo scorso 4 ottobre da ogni parte dell’Italia per allenarsi nella “palestra naturale” della Riviera del Conero in vista del campionato europeo, che si terrà a Spalato (Croazia). Grazie al diretto coinvolgimento della Decima Zona FIV-Marche e dei circoli locali, il CN Massaccesi e lo YC Riviera del Conero, per la prima volta la regione ospita un ritiro degli azzurri di vela. “La Riviera del Conero – spiega Vincenzo Graciotti, presidente FIV-Marche - è stata proposta per le sue condizioni meteo marine e climatiche favorevoli agli allenamenti della squadra, che infatti ha dovuto rinunciare a scendere in acqua solamente in una giornata, comunque impiegata produttivamente dal punto di vita culturale, in quanto i ragazzi sono andati a visitare la Basilica di Loreto”. Convocati per questo raduno ben tre atleti marchigiani: Rodolfo Silvestrini (LNI Porto San Giorgio), Paolo Freddi (LNI Ancona) e Giorgia Cingolani (Circolo Nautico Sambenedettese). Freddi e Cingolani arrivano tra l’altro vittoriosi dal Campionato Italiano Classi Olimpiche 2019, avendo entrambi vinto la medaglia d’oro rispettivamente nelle categorie U21 Finn e Laser. Presenti a Numana anche i tecnici federali Chicco Caricato ed Alp Alpagut. A chiusura del training, il sindaco di Numana, Gianluigi Tombolini, ha incontrato e salutato gli “azzurrini” in partenza per la Croazia: “Siamo molto contenti di aver potuto ospitare una simile iniziativa nella nostra città. Ringraziamo FIV Marche e i club numanesi per contribuire, attraverso lo sport, alla conoscenza di questo territorio che, per il mondo della vela e per lo sport in generale, può fare tanto. Sono anche molto contento di ospitare degli sportivi perché ritengo siano un modello per tanti altri giovani: lo sport è la giusta soluzione per affrontare i problemi della vita e le discipline sono utili per la formazione caratteriale e mentale di ogni individuo”.