Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Il Parco del Conero in corsa per diventare Geoparco

Il Parco del Conero in corsa per diventare Geoparco
PARCO DEL CONERO - Per il parco del Conero si accorcia la strada verso il Geoparco. Sono 4 le aree protette arrivate vicino al traguardo, che competono per raggiungere questo ambito obiettivo: parco nazionale Aspromonte, parco nazionale Gran Sasso e Monti della laga, parco regionale del Conero e il parco regionale dei Castelli romani. Solo due ce la faranno. Aniello Aloia, coordinatore del Comitato Nazionale Italiano Unesco Global 


Leggi tutto...

Numana sempre più in alto. Comune e operatori turistici insieme per offrire il meglio

Numana sempre più in alto. Comune e operatori turistici  insieme per offrire il meglio
NUMANA – Qualche giorno fa a Palazzo Comunale, si è tenuto l’incontro di inizio anno con tutti gli
operatori turistici numanesi: oltre al Sindaco Gianluigi Tombolini e il personale del suo staff, erano presenti Raimondo Orsetti (dirigente del Servizio Turismo, Cultura, Commercio ed attività promozionali della
Regione Marche) e Massimo Paolucci (responsabile marketing dell' Associazione Riviera del Conero).

Leggi tutto...

Meno conghiali nel Parco del Conero, merito del contenimento selettivo

Meno conghiali nel Parco del Conero, merito del contenimento selettivo
PARCO DEL CONERO - Dal primo esemplare abbattuto dalle guardie venatorie della Provincia di Ancona nel 1994 ad oggi, il cinghiale è una delle questioni principali nella gestione della fauna selvatica all’interno del parco del Conero.
La situazione circa la popolazione degli ungulati è sotto controllo. Notizie positive arrivano dai risultati del piano di gestione del cinghiale redatto dal tecnico faunistico Paolo Perna e recentemente approvato dall’Ente Parco. Al Conero si è passati

Leggi tutto...

Vandali in azione al Parco del Conero, danno economico e alla collettività

Vandali in azione al Parco del Conero, danno economico e alla collettività
SIROLO - Ancora atti vandalici sul Parco del Conero, ad essere presa di mira questa volta la segnaletica del sentiero 306 e di Pian di Raggetti. I cartelli sono stati divelti e buttati in terra, lasciando il sentiero senza orientamento. Si continua imperterriti sulla strada del vandalismo della cosa pubblica a sottolineare un’evidente menefreghismo di chi commette i fatti, consapevole di arrecare danno alla collettività, a discapito quindi di tutti. L’ulteriore episodio va a sommarsi a precedenti: si ricorda infatti che non più tardi di qualche mese fa sono state distrutte e rubate 33 tabelle segnaletiche, per un ammontare di 5 mila euro circa. Le tabelle erano state appena sostituite perché a loro volta distrutte nel mese di agosto dello scorso anno, fatto a cui è seguita una denuncia. ‘Questo tipo di danni –commenta Gilberto Stacchiotti Presidente dell’Ente Parco del Conero–va a minare in primis la sicurezza dei fruitori dell’ area protetta e fa un danno all’ immagine del territorio. La 

Leggi tutto...